FoodFood ExperienceNews dal mondoTurismo nazionale e internazionale

Hanami, il Giappone celebra la bellezza dei fiori di ciliegio delle prime giornate di primavera

Ad Aprile, il Sakura Festival inaugura il ciclo di eventi dedicati alla magìa della Natura che rinasce

Non è un mistero che la Natura sia la più grande fonte di energia vitale.

photo courtesy

La primavera porta con sé la forza della vita che si rinnova, dopo il lungo periodo invernale. Godere della Natura che sboccia è, in Giappone, più che in ogni altra parte, non solo un festoso avvenimento, ma un esercizio spirituale dell’anima.

Hanami (はなみ) è il termine giapponese che indica l’atto di “osservare i fiori” (hana= fiori e mi=guardare) per goderne la bellezza nelle prime giornate di primavera, che coincide anche con il tempo di raccolta del riso, base dell’alimentazione del Paese.

photo courtesy

La fioritura dei fiori di  ciliegio (Sakura) inizia da fine gennaio fino a inizio di maggio, raggiungendo nel mese di aprile la piena fioritura: delicati nei colori e nel profumo, i tenui fiori rosa ricoprono non solo gli alberi, ma anche le strade, i vialetti ed i parchi di ogni località, creando tappeti di petali e quadri naturali di struggente dolcezza.

Le origini di quest’usanza risalgono al periodo Nara (710-794), per celebrare i fiori di prugno. Ben presto questa festa divenne un appuntamento fisso anche per gli imperatori successivi per omaggiare, insieme alla nutrita corte, la bellezza dei sakura, con balli, passeggiate e spuntini sotto gli alberi del Palazzo Imperiale a Kyoto.

Solo da ultimo, tale usanza è stata resa accessibile anche al popolo che, per circa 10-15 giorni affolla le strade ed i parchi, dandosi appuntamento sotto gli alberi di ciliegio in fiore per parlare e mangiare fino a sera tardi, quando vengono accese le chochin, le tipiche lanterne di carta colorate, creando magiche atmosfere.

Ovviamente, dato il periodo che richiede comportamenti cauti per evitare gli assembramenti, alcuni canali online vengono in sostegno all’evento trasmettendo panorami fioriti da alcune delle più iconiche location della città.

Tra queste, Chidori-ga-fuchi, sentiero che circonda per 700 metri il Palazzo Imperiale, che è possibile ammirare grazie ad una telecamera fissa puntata verso uno degli scorci più famosi del luogo. Le sponde del Meguro-gawa, una galleria rosa lunga 3,9 kilometri lungo il fiume Meguro con ottocento alberi di ciliegio.

Nella speciale occasione, tutto assume colori e profumi rosa tenue. Passeggiando tra le strade di Tokyo, le vetrine espongono piatti e tazzine celebrative ispirate al tema dei fiori di ciliegio.

piattini a tema, Tokyo (credit Carmen Guerriero)

Anche le proposte dolciarie sono declinate in tutte le sfumature che il tema suggerisce. Uno dei principali centri commerciali di Tokyo, Seibu Ikebukuro, organizza addirittura una fiera dedicata ai sakura sweets e i suoi numerosi negozi offrono prelibatezze di pasticceria occidentale, come i mont blanc al fior di ciliegio o la sakura cherry mousse, e di pasticceria tradizionale giapponese, come i manju a forma di fiore di ciliegio e i dorayaki alla marmellata di fagioli bianchi e foglia di sakura.

Sakura Montblank, Tokyo (credit (C)Seibu Ikebukuro)
Sakura Lief Pie, Tokyo, ((C)Seibu Ikebukuro)

Sempre nelle tinte del rosa sono la short cake alle fragole e i macaron alle rose della Satsuki Sweets Box, una collection di nove mignon della pasticceria Satsuki dell’Hotel New Otani di Tokyo ispirata alla tradizionale e irrinunciabile scatola del pranzo per il picnic sotto i ciliegi, popolarissima tra i giapponesi durante il periodo dello hanami.

Quest’anno la scatola di dolci è messa a disposizione tramite consegna a domicilio o in modalità drive-through, senza nemmeno dover scendere dall’auto.

Un’esperienza da segnare in agenda per il prossimo appuntamento con lo hanami a Tokyo!

CG

(In copertina, alberi di ciliegio, credit (C)TCVB)

siti ufficiali gotokyo.org/it

Show More

Related Articles

Back to top button