News dall'ItaliaTurismo nazionale e internazionale

Recovery: Franceschini, con oltre 6 miliardi la cultura guiderà la ripartenza del Paese

Il Real Albergo dei poveri di Napoli al centro degli investimenti per la ripartenza con un contributo di 100 milioni di euro.

Il Consiglio dei ministri ha approvato il Piano Nazionale di ripresa e resilienza che destina circa 6 miliardi di euro per la cultura.

Gli interventi mirano a dare un impulso ad un settore considerato strategico per la ripartenza del Paese: da interventi sui grandi attrattori culturali nelle città metropolitane a una grande operazione di rilancio dei borghi, all’intervento sulla sicurezza antisismica dei luoghi di culto, alla digitalizzazione, alla creatività e al potenziamento dell’industria cinematografica.

Il Real Albergo dei poveri di Napoli rientra tra i 14 progetti strategici inseriti dal Governo nel Piano per i Grandi attrattori culturali del valore di 1,460 miliardi di euro, con un investimento di 100 milioni di euro.

Tra i Palazzi più grandi d’Europa, il Real Albergo dei Poveri fu commissionato nel 1751 da Carlo III all’architetto Ferdinando Fuga, ma non venne terminato a causa degli ingenti costi.

In seguito, re Ferdinando IV decise di proseguire appoggiando il progetto dell’architetto Francesco Maresca. Ma, nel 1819, i lavori furono definitvamente interrotti, lasciando l’opera a meno della metà del progetto previsto.
Nel corso dei secoli, la struttura ha avuto varie destinazioni, dall’accoglienza e istruzione ad orfani e poveri, a carcere, a scuola di musica, a scuola per sordomuti, a centro rieducativo per minorenni, a tribunale per i minori, ad archivio. Ultimamente, ha ospitato anche diverse manifestazioni e spettacoli.
Dal 1981, il Real Palazzo è patrimonio del Comune di Napoli e, dal 1999 è stato istituito un Progetto di recupero.

Ora, finalmente, con il Piano Nazionale e lo stanziamento del contributo previsto, il Real Palazzo potrà riavere la dignità architettonica che lo ha contraddistinto nel panorama europeo come una delle opere più pregevoli del settecento.

La cultura guiderà la ripartenza del Paese”. Commenta il Ministro della Cultura, Dario Franceschini:il Recovery plan – prosegue – introduce risorse fondamentali che dimostrano come la cultura sia al centro delle scelte di questo governo, Il progetto del Real Albergo dei Poveri di Napoli prevede il completamento del restauro, la rifunzionalizzazione degli spazi ed un’attenta attività di valorizzazione del bene aperta alla partecipazione collettiva, anche con l’obiettivo di rigenerare lo spazio urbano connesso”.

(In copertina, Vesuvio e Golfo di Napoli, credit foto di Matteo Bellia da Pixabay )

 

Show More

Related Articles

Back to top button