Wine

Decreto legge “Riaperture”, quali le attività consentite dal D.L 22 Aprile 2021, n.52

Enoturismo, il vino straodinario ambasciatore di tutto ciò cui si lega: al via le aperture alle visite in cantina e negli agriturismo per scoprire le mille eccellenze dei territori

Lo scorso 21 aprile il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto-legge n.52 del 22.04.2021 che introduce misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19.
Il provvedimento è entrato in vigore lunedì 26 aprile e, almeno fino a lunedi 3 maggio, restano confermate le misure adottate. In ogni caso, lo stato di emergenza è prorogato fino al 31 luglio, mentre, per il momento, è confermato il coprifuoco dopo le ore 22,00.

Il decreto prevede che tutte le attività oggetto di precedenti restrizioni debbano svolgersi in conformità ai protocolli ed alle linee guida adottati o da adottare da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, sulla base dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico.

Un’opportunità di rilancio, seppur graduale, per il settore enoturistico e, dunque, per tutto l’indotto legato al vino, cantine in primis, ristoranti, agriturismo ed, in generale, per il turismo che mai come in questo momento desidera muoversi per scoprire non solo paesaggi e bellezze, destinazioni rurali dove trovare meno confusione e, nel contempo, anche nuovi gusti. Insomma, sperimentare esperienze multisensoriali ma assolutamente autentiche!

https://www.governo.it/sites/governo.it/files/DecretoRiaperture_20210421.pdf

(In copertina, foto di Henry Fokuhl da Pixabay )

Show More

Related Articles

Back to top button