FoodFood Experience

World Bee Day, il 20 Maggio è la giornata mondiale dell’ape

La salvaguardia degli ecosistemi è priorità per la funzione impollinatrice che le api svolgono a favore degli ambienti rurali, naturali e urbani. Il CREA Bee Marathon 2021.

Il 20 maggio le Nazioni Unite celebrano la Giornata mondiale dell’ape. Da noi sarà la Giornata Mondiale dell’Ape Italiana, sottospecie di ape autoctona diffusasi in poco più di un secolo su tutto il pianeta, prezioso patrimonio della nostra biodiversità.

Foto di Capri23auto da Pixabay

La giornata mondiale delle api è stata istituita dalle Nazioni Unite alla fine del 2017 per ricordare il fondamentale ruolo svolto da questi insetti nel mantenimento dell’equilibrio naturalecon l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli impollinatori e sulle minacce che si trovano ad affrontare. Proteggendo le api e gli altri impollinatori l’umanità può salvaguardare gli ecosistemi e risolvere problemi legati alla disponibilità di cibo.

Nell’occasione, il gruppo del Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente del CREA che si occupa di Api da miele, api selvatiche, prodotti dell’apicoltura, ma soprattutto ricerca e innovazione, domani  20 maggio a partire dalle ore 10:30 propone il Bee Marathon 2021, un format composto da 21 brevi webinar della durata di 15-20 minuti, in cui i ricercatori spazieranno su vari temi, offrendo spunti di riflessione e svelando curiosità sul mondo delle api (selvatiche e non) e sui loro prodotti. Per seguire l’evento clicca qui.

Dalle innovazioni tecnologiche (telerilevamento tramite GIS degli areali intorno ad apiari o l’arnia tecnologica) agli approfondimenti sui luoghi di nidificazione e sul polline come marcatore e indicatore dello stato di salute delle api, anche in relazione all’innalzamento delle temperature e ai cambiamenti climatici, passando per i gli insetti parassiti (Varroa Porn e Vespa Velutina) fino ad arrivare ai prodotti, quali l’idromele, la bevanda alcolica più antica al mondo, e il miele spiegato con una vera e propria DAD sull’analisi sensoriale.

Proprio l’idromele è al centro di una recente sperimentazione – prima al mondo- presso l’Università Federico II di Napoli, notizia che abbiamo riportato nell’ultimo numero speciale ASA 16- Maggio 2021 

Foto di Michael Strobel da Pixabay

Secondo i dati di Confagricoltura. gli apicoltori censiti in Italia sono in costante aumento: circa 65.000, cui se ne aggiungono almeno altri 10.000, specie giovani, più curiosi e disponibili alla formazione adeguata con corsi di formazione sull’allevamento.

Il Piemonte è la regione al primo posto per numero di addetti in Italia, con oltre 5.600, per un totale di oltre 190.000 alveari e oltre 2,1 milioni di chili di miele all’anno.

Foto di pajala da Pixabay

Contraltrare dell’aumento degli apicoltori è il progressivo calo di produzione del miele a cause delle avversità atmosferiche ed ai cambiamenti climatici.

Anche quest’anno – fa rilevare Confagricoltura – in Piemonte le gelate del 7 – 8 e 9 aprile hanno colpito in particolare le piante di acacia, causando danni rilevanti. La Giornata Mondiale delle Api – ricorda Confagricoltura  – deve essere l’occasione per agevolare e consolidare il ruolo che apicoltori e agricoltori per primi, operano in concreto ogni giorno, aiutando l’ape mellifera e gli impollinatori a ritrovare la loro naturale collocazione in tutte le aziende agricole.

#GiornataMondialedelleApi, #WorldBeeDay,

A questa pagina il link per collegarsi all’evento: https://sway.office.com/XEz3eHU7VRbSExFA

In copertina, Foto di Beverly Buckley da Pixabay

Show More

Related Articles

Back to top button