AgroalimentareFood

CAMPAGNA MELE 2021: PARTE LA RACCOLTA, SODDISFACENTE LA PRODUZIONE ANCHE SE IN LEGGERO CALO RISPETTO AL 2020

I produttori dell’OP mantovana Verde Intesa registrano un calo del 4%

E’ partita da qualche giorno  la raccolta delle mele  da parte delle imprese agricole dell’Organizzazione dei Produttori della mantovana Verde Intesa. Rispetto allo scorso anno si registra un calo di circa il  4%   a causa del maltempo e delle  gelate primaverili che hanno ritardato di almeno una settimana la maturazione e fatto scendere la produzione per quello che è il frutto più consumato a livello nazionale.

“Tuttavia si prospetta una produzione soddisfacente  sia a livello quantitativo, che qualitativo con un buon riscontro da parte del consumatore” queste le parole di Paolo Segalla, responsabile dell’ufficio agronomico di Verde Intesa.  Le prospettive  danno  una resa  media per ettaro di circa  550 quintali e una produzione totale di circa 25.000 quintali: sono questi i dati che scaturiscono dalle  aziende produttrici  che si trovano concentrate in provincia di Vercelli e in Veneto, nell’area di Verona, con la produzione centrata sule varietà di mele Gala e Fuji.

L’offerta commerciale di Verde Intesa si completa anche con  altre 6 diverse varietà di mele conferite dai propri associati per soddisfare le possibili richieste del mercato.

Oltre  le Fuji e  le Gala, vengono raccolte anche le Golden, le Granny, le Mongerduft e le Stark.

Golden e Gala, per esempio, sono tra le più diffuse in Italia, la prima dal colore giallo e la polpa croccante, la seconda invece è una cultivar creata in Nuova Zelanda incrociando le varietà Golden Delicious e Kidd’s Orange, dalla  forma tondeggiante con  buccia di colore rosso con striature, polpa croccante e succosa, sapore dolcemente aromatico. Le Granny invece sono di un colore verde brillante con una buccia spessa ed una polpa soda e compatta, grande alleato per salute e benessere. Meno nota forse la mela Mongerduft letteralmente “fragranza del mattino”, caratterizzata da un sapore agrodolce, un po’ asprigno; il colore è rosso striato, la sua polpa fine e bianca è ideale per ottenere prelibati succhi di frutta e gustose creme di mele. Infine la Stark, varietà che ha una forma non tondeggiante, la  buccia di  colore rosso striato con venature verdi, la polpa croccante e succosa, ricca di fruttosio.

La raccolta termina a ottobre e la produzione delle mele di quest’anno, nonostante le gelate e parte la grandine, è tuttavia buona in qualità. L’impegno da parte delle aziende agricole per salvaguardare quantità e qualità del frutto è stato costante. Purtroppo si deve tenere conto delle avversità atmosferiche che possono a volte compromettere la raccolta. Da tenere presente che  le “nostre mele” vanno esportate anche all’estero, in particolare  in Germania, Ungheria e Polonia.

www.verdeintesa.it

Redazione

Show More

Related Articles

Back to top button