Turismo

Toscana: Mugello e Valdarno

Un itinerario intorno a Firenze, nelle Terre dei Medici, tra Appennino e Chianti, tra ville, borghi, enogastronomia di eccellenza

Cuore della Toscana,  Firenze non è solo la magnifica città tra le colline sull’Arno, ma comprende  anche un territorio ampio che si estende dall’Appennino al Chianti.

Tutto affascinante, tra echi letterari, memorie storiche, paesaggi incantevoli.

A nord di Firenze, il Mugello è una conca verde tra colli e monti in cui scorre la Sieve, ai piedi dell’Appennino: crinali coperti da estesi, verdi boschi di faggio, castagno e querce, in uno splendido mosaico di colori.

Proprio in questo paesaggio suggestivo nasce la storia dei Medici, che qui hanno avuto le origini nel XIII secolo e i primi possedimenti, come il Castello del Trebbio e la Villa di Cafaggiolo, luogo a cui era particolarmente affezionato Lorenzo il Magnifico.

Come altre ville medicee, dislocate nella campagna toscana,  fanno parte del patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco, poiché,  con la loro armonia e compattezza, rappresentano un particolare modello di vita aristocratica e una  nuova concezione del rapporto tra architettura e territorio.

Il concetto di bellezza dell’uomo e del mondo sembra riflettersi esattamente in queste costruzioni, residenze estive fuori città, immerse nella quiete della campagna e delle colline toscane.

“Terra dei Medici”, dunque, il Mugello, costellato di borghi caratteristici, scorci da cartolina, fattorie e botteghe artigiane, è anche patria di altri grandi, Giotto,  Beato Angelico e Dino Campana.

credit photo Heinz Teube, Pixabay

Quindi una terra di tesori di storia e di arte. Oltre ai tesori di buon cibo, tra cui le eccellenze del marrone, delle produzioni biologiche di latte, carne,  farro, e i prodotti tipici come il prelibato tortello di patate, già apprezzato e decantato nel Rinascimento.

A  sud di Firenze, invece, ci attende il Valdarno, una Toscana rilassante, verde, dolcissima, tra l’Arno e le colline del Chianti, tra vigneti e uliveti di pregio. Non a caso a Figline Valdarno  Sting ha acquistato l’enorme tenuta Il Palagio. Piccoli borghi tra i più belli d’Italia, castelli, case addossate le une alle altre, collegate da viuzze lastricate e ridenti di gerani rossi e viola. Profumi di gelsomino, timo, lavanda e rosmarino ovunque.

Se Firenze è dietro l’angolo, altre località meno note sono tutte da scoprire.

Ad esempio Montefioralle, il piccolo villaggio fortificato del 1100 in collina che domina  dall’alto Greve in Chianti. Questa cittadina, oggi porta di ingresso alla regione del Chianti, era un mercato del 1300 collocato in posizione strategica tra Firenze e Siena, su importanti vie di pellegrinaggio,  che il granduca Leopoldo primo definì “la più bella piazza per un mercato”. Tipici sono i portici sui tre lati della piazza, che ospitano botteghe artigianali,  enoteche e ristoranti- botteghe, come l’Antica Macelleria Falorni. Dal 1729 ben nove  generazioni si sono tramandate segreti e tradizioni per produrre salumi di primissima qualità da chianina, cinta senese e cinghiali che da millenni vivono in Toscana, profumati da erbe aromatiche:  prelibatezze da gustare sul posto o portare a casa. www.falorni.it

Un altro aspetto intrigante del territorio sarà l’”andar per vini”.

Terra vocata alla viticoltura di elezione, il Chianti proprio in questa zona tra Greve, Radda, Castellina e Gaiole,  è il territorio dove si produce il pregiatissimo Chianti Classico Gallo Nero, protetto dal Consorzio nato nel lontano 1924.

Mentre al  1716 addirittura risale la definizione dei confini della zona di produzione del vino Chianti da parte del  Granduca di Toscana Cosimo III.

Una cantina tra tutte: la Fattoria La Palagina offre non solo un tour tra i vigneti di proprietà, e una cena in vigna, ma ospita anche una  fattoria didattica ideale per una  giornata all’aria aperta con i bimbi tra maialini neri, pony dalla lunga frangia, e ovviamente un superbo gallo nero fotografatissimo. https://palagina.it/

Punto di partenza ideale per esplorare tutta la zona un magnifico villaggio turistico a Figline  Valdarno, adatto ad ogni tipologia di turista.

Il Norcenni  Girasole Village è un villaggio turistico che si è progressivamente ampliato da quando, nel 1982, la famiglia di imprenditori Cardini Vannucchi, oggi titolari del grande gruppo Human Company,  che ha per motto “Open air,  Open mind”, ebbero l’intuizione di sviluppare una forma di campeggio allora all’avanguardia.

Confortevole, ricercato, ricco di servizi, immerso in 31 ettari di verde, in trent’anni il Norcenni Girasole Village è diventato una  realtà davvero esemplare: bungalow, tende superaccessoriate  per il Glamping, con cui  ha vinto il premio Glamping d’Europa 2014,  case mobili,  appartamenti, camere in una  ex villa padronale dall’inconfondibile stile toscano  ristrutturata, oltre ovviamente a piazzole di sosta per  tende, camper e roulotte.

credit ATP Mugello

Nuovissime le Greeny, case  mobili dotate di condizionamento e jacuzzi, che combinano materiali naturali, riutilizzabili e riciclati per un soggiorno sostenibile.

E poi servizi completi per coppie, famiglie, bambini, giovani e terza età. Piscine di ogni tipo e livello con giochi d’acqua, campi da gioco e da tennis, un parco divertimenti con percorso sugli alberi, trampolini, pareti da arrampicata, un’area fitness  con spa, sauna e  idromassaggio,  un nuovissimo centro Olistico e relax  per lo yoga e massaggi terapeutici.

La ristorazione è ricca di opportunità per tutti i gusti, dalle grigliate à la carte, con ogni tipo di carne, alla pescheria con annesso ristorante, alla pizzeria, al forno.

Un  trenino percorre il villaggio continuamente per evitare la fatica della salita fino ai livelli superiori, benché la passeggiata tra il verde, i fiori gli alberi  profumati sia davvero piacevole.

www.humancompany.com

(credit photo Franca D.Scotti, Apt Mugello,  Norcenni Girasole)

Franca dell’Arciprete Scotti

Franca Dell’Arciprete Scotti

Laureata in Lettere Classiche, è Giornalista dal 1991. Ha mille interessi, curiosità a 360° e passione per i viaggi che narra con precisione e metodo. Dedica molto tempo a vivere in giro per il mondo.

Show More

Related Articles

Back to top button