AgroalimentareBioNews dall'Italia

VILLAE. TIVOLIO 2022

Sabato 9 e domenica 10 aprile al Santuario di Ercole Vincitore torna a Tivoli il festival oleogastronomico dedicato all’oro verde. Due giornate ricche di attività: incontri, oleoteca, laboratori, oleoturismo e Mercati della Terra.

A Tivoli, sabato 9 e domenica 10 Aprile c’è TIVOLIO, il Festival oleogastronomico voluto e
organizzato sin dal 2017 dall’Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d’Este – VILLAE (Ministero
della Cultura) per promuovere la produzione olearia di qualità e la cultura dell’Olivo
mediterraneo. Due giornate ricche di attività: incontri, oleoteca, laboratori, oleoturismo e Mercati
della Terra.
L’appuntamento è presso il Santuario di Ercole Vincitore, in via degli Stabilimenti n. 5 e nelle
principali piazze di Tivoli dalle ore 8.30 alle 18.00.
TIVOLIO 2022 vuole essere un nuovo inizio nel segno del coinvolgimento di Comuni e Associazioni
di Tivoli, del territorio della Valle dell’Aniene e di realtà culturali operanti in tutto il centro Italia.
La manifestazione, che si svolge con la collaborazione e il patrocinio del Comune di
Tivoli, nell’ambito delle manifestazioni per la ricorrenza del Natale di Tivoli 2022, e con Slow Food
Lazio, vede anche il coinvolgimento attivo di Slow Food Tivoli e Valle dell’Aniene e Slow Food
Italia e il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e di Arsial-Regione Lazio.

Inoltre nel corso dell’organizzazione di TIVOLIO 2022 è stato avviato un proficuo dialogo con la DMO Tivoli e
Valle dell’Aniene e si è collaborato fattivamente con alcune delle realtà che la compongono.
L’evento intende divenire da subito un riferimento regionale sul tema dell’olio coinvolgendo i
migliori produttori del Lazio e valorizzare le produzioni agroalimentari e il territorio attraverso la
passeggiata tra gli uliveti di Villa Adriana, la presenza dell’Archeomercato della Terra che per
l’occasione ospiterà anche produttori di altre zone del Lazio e la presentazione e degustazione dei
prodotti tipici e tradizionali locali.

Ampio spazio sarà ovviamente dedicato all’olio con la presenza nell’area mercatale di produttori locali e della regione, l’Oleoteca e un incontro che vedrà anche la premiazione di alcuni produttori nell’ambito della Guida agli Extravergini di Slow Food Italia.
Nell’incontro sull’oleoturismo si punterà a focalizzare l’attenzione sulle opportunità offerte per
attrarre visitatori nei territori attraverso proposte concrete di turismo sostenibile che potrebbero
avere presto attuazione. Per i più piccoli non mancheranno i laboratori di Slow Food Educa, per
una educazione alimentare “buona, pulita e giusta” in cui mettersi alla prova come assaggiatori e
gustare una merenda sana e nutriente.
La manifestazione è rivolta a un pubblico eterogeno che include famiglie, appassionati di
enogastronomia, visitatori e turisti, produttori a livello regionale e nazionale.

INFO E PROGRAMMA

Redazione

Show More

Related Articles

Back to top button